CITY OF LEVERANO PROVINCE OF LECCE GAL Terre del Primitivo IPRES Olympiaki REGION OF IONIAN ISLANDS REGIONAL UNIT OF CORFÙ HELLENIC REPUBLIC REGION OF EPIRUS

Provincia di Lecce

La Provincia di Lecce si estende per circa 2.800 kmq., ha una popolazione che sfiora il milione di abitanti ed è compresa nella penisola Salentina, una grande pianura allungata adagiata tra due mari che si confondono a S.Maria di Leuca e la lambiscono: l'Adriatico e lo Ionio.
I suoi modesti rilievi, le Serre Salentine, non superano i duecento metri di quota. Per una serie di fenomeni naturali, questa costa è ricca di grotte, gole, piccoli anfratti, isole ed isolotti. Il territorio della provincia di Lecce è caratterizzato da una straordinaria stratificazione storica e, proprio per questo, offre grande varietà artistica e culturale e possibilità di percorsi di visita diversificati. Ma il vero protagonista del nostro itinerario (circa km 200 più o meno equamente divisi tra versante ionico e versante adriatico) è soprattutto il mare. Le coste frastagliate, le insenature, le baie, i piccoli porti naturali, le grotte, gli scogli e le spiagge sabbiose di dolce declivio, offrono allo sguardo del visitatore la veduta d’insieme del paesaggio più caratteristico della Puglia, quello della penisola salentina. Un paesaggio che si completa con la panoramica del territorio esteso tra moderate alture e colline, massimo di 200 metri, e terre di pinete, uliveti, stagni, macchie, vigneti: un paesaggio naturale policromo interrotto qua e là da costruzioni secolari, e resti archeologici di antiche civiltà e che racchiude paesi sia interni che costieri, di grande interesse culturale e turistico.
Il clima, di tipo mediterraneo, è caratterizzato dalla coincidenza della stagione calda con quella secca, con un lungo periodo di basse precipitazioni e in particolare nelle zone costiere. Le temperature medie superano nei valori massimi i 25°C dal mese di giugno fino a settembre; predominano i venti caldi: lo scirocco e il libeccio.
Il Salento è una terra che attrae il turista grazie alle sue bellezze naturali e artistiche e lo conquista anche per il suo affascinante patrimonio culturale e per la ricchezza della sua tradizione gastronomica, fatta di prodotti naturali e freschissimi.
L’elemento artistico oggi più appariscente è certamente il Barocco leccese che è un episodio importante del più ampio barocco europeo. Alla fine del Cinquecento, quando fiorisce il Barocco, pittori fiamminghi come Wenzel Cobergher e Cornelis De Smeet giungono nell’Italia del Sud e sono presenti anche a Lecce, dove lasciano le loro opere e ispirano i nostri pittori.